openPuglia

Civic Hacking

Mission.


Trasparenza

Gli OpenData sono un elemento centrale nelle strategie per l'e-Government, fondamentale per promuovere una maggiore trasparenza nella gestione, la partecipazione attiva dei cittadini nei processi decisionali di governo.

Cultura

OpenData per la cultura hanno l'obiettivo di promuovere lo sviluppo della cultura, con applicazioni innovative soprattutto nella tecnologia mobile e più in generale per la produzione di contenuti digitali e la creazione di nuovi servizi sul web.

Smart Mobility

Muoversi meglio per vivere meglio, smart mobility è soddisfare le esigenze di trasporto di merci e persone in modo efficiente e sostenibile, aumentando così la qualità della vita.

Territorio

Creare nuovi modelli di sviluppo, e nuova cultura, con gli openDATA dedicati all'ambiente ed al terriorio che concepisceano il territorio come il risultato di un vincente equilibrio tra crescita economica, rispetto dell'ambiente, protezione delle proprie radici, promozione degli individui e qualità della vita.

Analizziamo, progettiamo modelli di dati, business ed applicazione per la diffusione del civic hacking ed openData, cercando di incontrare l'interesse da parte di sviluppatori, aziende private, amministrazioni pubbliche per realizzare progetti innovativi, applicazioni utili per il territorio e per il benessere della comunità.

Siamo una community per la promozione della cultura digitale.

Read More

Services.


Digital Experience

Le PA hanno a disposizione una grande quantità di informazioni, che, se divulgate, potrebbero generare risorse utili per migliorare i servizi pubblici, per rendere la città più partecipativi politiche pubbliche, e di consentire alle aziende di creare strumenti di business.

Dataset analysis

Analizzare, aggregare ed armonizzare Open Data (OD), dati statistici e finanziari, e le informazioni dai social media.

Development

Sviluppare App / Web, REST API, con nodejs, Android, IOS, Javascript grazie alla collaborazione di oltre 100 sviluppatori di Google Developer Group di Bari.

Staff.


Pietro Blu Giandonato

Insegnante, blogger, GIM (Geographic Information Manager)

Sono geologo, PhD in Geomorfologia e Dinamica ambientale. Il mio principale impiego è docente di scienze alle superiori. Credo fermamente che insegnare sia uno dei lavori più duri e impegnativi che esistano, ma al tempo stesso tra i più gratificanti.Lavoro inoltre da 15 anni nel settore della geomatica applicata all'analisi e alla modellazione delle risorse naturali e del territorio, in sostanza sono un GIM. Scrivo su vari blog di geomatica, educazione e scuola. La mia passione per la tecnologia come strumento per vivere e lavorare meglio è forse il filo rosso che tiene insieme tutti i miei interessi. E' per questo che ho deciso di fare mio il motto di Atul Chitnis, che afferma: La tecnologia è una questione di benefici che porta, non di dispositivi che usiamo

Vincenzo Patruno

Digital Innovator

Specialista IT, coordina attualmente le attività legate agli Open Data presso l’Istituto Nazionale di Statistica, dove si occupa di innovazione tecnologica nell'ambito della diffusione, della visualizzazione e del riuso del dato statistico e dove ha ricoperto vari incarichi tra cui quello di responsabile dell’unità Tecnologie Web. Membro della Commissione Nazionale sul Software Open Source, si interessa e promuove la conoscenza aperta come modello per lo sviluppo della società e del mercato. Ha collaborato come esperto IT in diversi progetti di cooperazione tecnica internazionale e svolge anche attività di docente e di relatore in convegni e seminari. Collabora con vari blog come autore di articoli su innovazione digitale promuovendo la cultura del dato tra le community di utilizzatori.

Massimo Zotti

Sales and marketing manager for Geospatial products and services

E’ responsabile della Business Unit Government & Security di Planetek Italia s.r.l., azienda operante nel settore dell’aerospazio.Appassionato promotore dei temi relativi alla Geo-ICT ed all’osservazione della Terra, è referente per Planetek Italia nell’ambito dell’Open Geospatial Consortium (OGC®), di cui Planetek Italia è Membro Associato. Nel 2010 ha avviato la fondazione del Forum Italiano dell’OGC, che mira a favorire la condivisione dei temi relativi agli standard ed all’interoperabilità dei dati geografici. E’ il referente per Planetek Italia dell’associazione OpenGeoData Italia e dell’Istituto Italiano Opendata. Ha costituito il Gruppo italiano di interesse per INSPIRE sul Forum internazionale che promuove le iniziative legate alla Direttiva Europea per l’interoperabilità dei dati geografici.

Michelantonio (Mike) Trizio

Google Developer Group Bari Lead, president@OpenBsk

Sono un ingegnere, sono un hacker, sono un imprenditore. Credo fortemente che il driver dell'innovazione debba essere il miglioramento della vita della persone. Amo internet e le nuove tecnologie, credo che grazie a esse possiamo sprigionare il potenziale umano e vivere in un mondo migliore. Sono lead del Google Developer Group Bari, ho fondato OpenBSK, associazione vincitrice del Bando della Regione Puglia Principi Attivi 2012, che si occupa di diffondere la cultura degli Open Data e sviluppare software inerenti. Gestisco Qiris, un acceleratore d'impresa attivo sul territorio pugliese. Siamo all'inizio della terza rivoluzione industriale. Una rivoluzione caratterizzata dalla democratizzazione degli strumenti necessari per costruire nuove cose. Una rivoluzione caratterizzata dalla grande disponibilità di dati. Android, Big (Open) Data, Cloud computing, stampanti 3d e arduino sono gli ingredienti di questa rivoluzione, io sto cucinando le mie ricette.

Tommaso di Noia

Professore associato @ Politecnico di Bari, Semantic Web & Linked Open Data specialist

Professore Associato al Politecnico di Bari dove insegna Logica ed Intelligenza Artificiale per la laurea magistrale in Ingegneria Informatica e Fondamenti di Sistemi Informativi per la laurea in Ingegneria Elettronica (sede di Taranto). Afferisce al gruppo di ricerca di Sistemi Informativi. È co-autore del libro Semantic Web: tra ontologie e Open Data edito da Apogeo nel 2013. Ha sviluppato la sezione Linked Open Data per il portale del comune di Matera e per il Parco dell’Alta Murgia. Si occupa di tecnologie semantiche a partire dal 2002 e i suoi interessi di ricerca si distribuiscono tra accesso personalizzato all’informazione, sistemi di raccomandazione (recommender systems), apprendimento automatico dai dati (machine learning e data mining), Web delle cose (Web of Things), modelli espressivi per la rappresentazione delle preferenze dell’utente, rappresentazione della conoscenza e ragionamento automatico.

Azzurra Ragone

Insegnante, Women Techmakers Lead

Ingegnere Gestionale, con un Dottorato in Ingegneria dell’Informazione e la passione per la ricerca, l’analisi e la visualizzazione dei dati, meglio se Open. Di mattina sono una docente di Tecnologia che ama insegnare ai suoi alunni il coding e come usare consapevolmente gli strumenti social e le tecnologie digitali. Nel tempo che resta sono coordinatrice regionale del gruppo Women Techmakers (iniziativa patrocinata da Google), Coder Mentor nei CoderDojo organizzati a Matera e dintorni, Edgeryder e parte attiva del Web Team Matera 2019. E per chi pensa, a questo punto, che io abbia un sacco di tempo libero, svelo un segreto: ho trovato il modo di far durare le mie giornate 48 ore

Maria Paola Marzocca

Metadata specialist, Archivista Digitale, competente in materia di Cleaning, Transforming & Linking Data

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, opero nel settore culturale da più di 10 anni. Affascinata dall’uso delle ICT e soprattutto dai Linked Open Data, ho deciso di approcciarmi in maniera innovativa al mondo dei Beni Culturali per facilitare la “liberazione”, la fruizione e la valorizzazione degli stessi. Mi sono, quindi, specializzata prima in creazione, gestione e conservazione di archivi digitali e, successivamente, in tecnologie semantiche. Ho lavorato in realtà informatiche, realizzando progetti per la gestione e la conservazione a lungo termine di documentazione digitale. Ho collaborato con il Politecnico di Bari per il progetto di creazione del portale Linked Open Data del Comune di Matera, sperimentando l’applicazione dei LOD alle chiese rupestri della città. Attualmente mi occupo della realizzazione della Digital Library della Regione Puglia e collaboro con il gruppo di ricerca SWAP del Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Bari. Ho, infine, coordinato un gruppo di studio, composto da volontari, finalizzato all’elaborazione di proposte per il Comune di Molfetta in materia di Trasparenza, Amministrazione Digitale, Partecipazione Attiva e Open Data.

Simone Cortesi

vicepresidente di Wikimedia Italia

esperienze come membro del consiglio e segretario della OpenStreetMap Foundation. Si occupa di open data, informazioni geografiche e strumenti per il loro utilizzo. Libera dati della Pubblica Amministrazione Italiana dal 2007 e li trasforma in mappe. Lavora come product owner di SpazioDati

Marco Fago (Mafa)

Software engineer, Phd, Technical manager, Open Developer

Ingegnere elettronico e software architect, attualmente ricopre il ruolo di technical manager e project manager coordinando e dirigendo lo sviluppo del software nella G&S BU di Planetek Italia. Da 15 anni lavora nel campo dell’IT, spaziando dal settore bancario a quello delle telecomunicazioni, dalle pubbliche amministrazioni alla consulenza. Coltiva da sempre la passione per la matematica, i numeri primi e l’informatica. Si interessa di big data, social data, sistemi distribuiti, cloud computing, intelligenza artificiale. Ama le sfide e gli algoritmi ed è stato fra i primi 100 TopCoders Mondiali ed il primo TopCoder italiano.

Giuseppe Zileni

Senior Developer

Programmatore con oltre 15 anni di esperienza in ambienti Linux, Windows e MacOSX, API developer e designer APIGEE Certificated, esperto nodejs, expressJS, angularjs, ed applicazioni mobile IOS, Android, e sistemi database NOSQL. Marketing manager e Esperto Gestione della Qualità nel settore agroalimentare, agricoltore digitale. Oggi tutto il business è il business digitale.

Paola Liliana Buttiglione

Archeologa Open Data

Maturata classica, laureata in archeologia, appassionata di latino e greco. Alla ricerca di nuove strategie per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale mi sono avvicinata alla comunità open data, di cui ho sposato la filosofia della condivisione e dell'uso dell'intelligenza collettiva. Faccio parte della redazione di Monithon.it e lavoro per il progetto OpenPompei.

Lino Castrovilli

Giornalista, Blogger, Web content editor

Scrivo contenuti per il web, almeno così dicono. La fornace della mia passione è alimentata dall’ambizione e dall’atavico bisogno di mettermi in gioco: fondo coscientemente sul raccontare tutte le mie attività quotidiane, pertanto scrivere non è altro che una naturale prosecuzione del mio spirito; inoltre, voglio vincere la mia piccola scommessa personale, ovvero dimostrare che il web non è solo lavoro per grafici ma soprattutto un tempio della parola ben scritta. Nonostante questa folle e smisurata dichiarazione d’amore verso la scrittura, mi sono occupato per diverso tempo di programmazione web. In questo caso frasi, aggettivi, verbi e soggetti lasciano spazio a costrutti logici, iterazioni, codici e variabili.

Chiara Ciociola

Community Manager

Community manager di A Scuola di OpenCoesione, progetto di didattica sperimentale su politiche di coesione, open data e monitoraggio civico nelle scuole secondarie superiori. Collaboratrice di Neural Magazine. Web content manager, media educator, attivista di Monithon.it.

Ludovico Fontana

Giornalista del Corriere del Mezzogiorno

Giornalista professionista, scrive per il Corriere del Mezzogiorno (dorso meridionale del Corriere della Sera) e per Corriere Innovazione (progetto editoriale multipiattaforma di RCS).

Adriano Peluso

Independent Outsourcing/Offshoring Professional

Maturato classico, laureato in informatica, programmatore java ai tempi della prima bolla di internet. Preoccupato più dell'insegnamento di concetti e processi più che dei risultati raggiunti, autodidatta della programmazione funzionale, ho seguito il corso più famoso al mondo, il SICP, e adesso lo tengo a beneficio di altri. Conseguito attestato, sull'onda dell'entusiasmo, del primo corso on line della storia di Machine Learning. Off line invece ho conseguito la certificazione su hadoop di Cloudera.

Morena Ragone

Giurista, dottoranda di ricerca presso l'Università di foggia

Con un progetto di ricerca sull’uso dei social media nella pubblica amministrazione, ho esercitato come avvocato per molti anni. Studio diritto di Internet e delle nuove tecnologie, diritto d’autore, informatica giuridica, eGovernment, Open Govenment e Open data, e ho approfondito le problematiche giuridiche connesse alla rete e ai nuovi media ed alla tutela e al trattamento dei dati personali. Sono docente e relatrice in convegni di settore, pubblico articoli di approfondimento sui quotidiani giuridici online Altalex, LeggiOggi, su IGED, My Solution Post, SaperiPA e Pionero.it. Sono stata editor della sezione ’Diritti Digitali‘ per ‘Ninja Marketing’. Sono co-fondatrice dell’associazione Wikitalia e del Centro Studi di Diritto dello Spettacolo, tra i promotori degli Stati Generali dell’Innovazione e di IWA Italy, delle quali sono anche referente giuridico. Sono stata chiamata come componente del Comitato degli Esperti in Innovazione di OMAT360, sono membro del Comitato Scientifico della Summer School su “Buon Governo e Cittadinanza Responsabile” di RENA e di YPBPR. Faccio parte dei comitati di redazione di 'Cambiamo Modello' di SGI/Garamond, di 'eCloud' e di “Documento Digitale”. Con il collega @fabriziosigillo ho scritto un commentario alla nuova legge professionale forense (Altalex Editore). Attualmente, lavoro come responsabile di Azione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale presso la Regione Puglia.

Giovanni Semeraro

Professore associato presso il Dipartimento di Informatica dell'Università di Bari “Aldo Moro”

Responsabile della Laurea Magistrale in Informatica, insegna 'Accesso Intelligente all’Informazione ed Elaborazione del Linguaggio Naturale' e 'Linguaggi di Programmazione' e guida il gruppo di ricerca Semantic Web Access and Personalization (SWAP) 'Antonio Bello'. Ha conseguito 2 Abilitazioni Scientifiche Nazionali per Professore di Prima Fascia, Settore Concorsuale 01/B1 il 29/01/2014 e Settore Concorsuale 09/H1 il 23/01/2015. Dal 2006 al 2011 è stato nel Consiglio Direttivo dell’AI*IA (Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale). Dal 2009 è membro del Gruppo di Supporto Tecnico 'Innovazione e Ricerca' del Distretto Produttivo dell’Informatica, istituito dalla Regione Puglia. Nel 1993 è stato visiting research assistant specialist invitato, presso l’Institute of Computer Science della University of California, Irvine. La sua attività scientifica è incentrata principalmente su intelligenza artificiale, recommender systems, information mining, apprendimento automatico, accesso intelligente all’informazione, tecnologie semantiche e sociali per il web e la personalizzazione, elaborazione del linguaggio naturale, giochi linguistici. I suoi interessi di ricerca comprendono anche la gestione della conoscenza, la modellazione utente e l’estrazione di profili utente, il filtraggio dell’informazione, l’elaborazione del linguaggio naturale, il ritrovamento dell’informazione, lo studio dei fondamenti logico-algebrici dell’apprendimento automatico, l'automazione del ragionamento induttivo, e l’applicazione di tali tecniche in domini quali biblioteche digitali e beni culturali, commercio elettronico, sistemi intelligenti ibridi ed interfacce utente intelligenti. È stato responsabile di unità di ricerca per i progetti europei del 6° Programma Quadro VIKEF - Virtual Information and Knowledge Environment Framework (IST-2003-507173, 2004-2007) e DELOS – A Network of Excellence on Digital Libraries (IST-2003-G038-507618, 2004-2007), per i progetti europei del 5° Programma Quadro COGITO - E-Commerce with Guiding Agents based on Personalized Interaction Tools (IST-1999-13347, 2000-2002) e DELOS - European Network of Excellence on Digital Libraries (IST-1999-12262, 2000-2003), e per otto progetti dei Programmi Operativi Regionali (POR Puglia) 2007-2013 e 2000-2006 della Regione Puglia. È responsabile di numerosi contratti di ricerca e di consulenza stipulati con aziende ed enti pubblici, come Object Way Financial Solutions, Exprivia, Openwork, APAT (Agenzia Protezione Ambiente e servizi Tecnici), ENEA (Ente per le Nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente), Casa Editrice Laterza, Cézanne Software, Giano Plastica, Graphiservice, Grifo multimedia, IBM, Luxhora, Net Sistemi, Software Design, Tecnopolis Csata, Sud Sistemi, Code Architects. È autore di oltre 350 articoli scientifici pubblicati in riviste internazionali, libri ed atti di conferenze. È autore di un libro sulla teoria dei linguaggi formali ed ha curato la redazione di 12 libri per la casa editrice Springer-Verlag. È Program Co-chair of ACM RecSys 2015 e General Co-chair di UMAP 2013, IIR 2013, SemExp 2012, IIR 2012, IIA 2008, AI*IA 2008, SWAP 2007, CILC 2006, e Program Co-chair of Decisions@RecSys 2014, 2013 & 2012, DART 2014, 2013, 2012 & 2011, RSmeetDB@DEXA 2013 & 2012, SeRSy@RecSys 2013 & SeRSy@ISWC 2012, DEMRA@UMAP 2011, SPIM@ISWC 2011, EC-Web 2010, SWAP 2010, Web Mining 2.0@ECML/PKDD 2007, ISMIS 2006, WebMine@ECML/PKDD 2006, IEA-AIE 2005. E’ stato relatore invitato all’8th Workshop on Intelligent Techniques for Web Personalization & Recommender Systems (ITWP 2010). È membro di IEEE Computer Society, ACM, AI*IA, AICA, GRIN

Domenico Capolongo

Professore associato presso il dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali dell’Università degli Studi di Bari

Insegna Geomorfologia e GIS e ha interessi di ricerca in abito, GIScience, Analisi Geospaziale, Telerilevamento, Cartografia Tematica e Rischio idrogeologico. E' promotore di un approccio open science in ambito scientifico.

Contact.